Navigation

Borsa: Europa cresce con ottimismo su voto Grecia, Atene +4%

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 giugno 2011 - 20:22
(Keystone-ATS)

La salute di Wall Street sul dato delle vendite di case negli Stati Uniti migliore delle previsioni e soprattutto la previsione che il Parlamento greco possa concedere la fiducia al nuovo governo del primo ministro George Papandreou hanno permesso alle Borse europee di mettere a segno la migliore seduta degli ultimi due mesi.

L'indice Stxe 600, che registra l'andamento dei principali titoli quotati sui listini del Vecchio continente, è cresciuto dell'1,44%, con Atene che è salita del 3,74% nell'indice generale e del 4,64% nel listino dei 20 titoli principali. Particolarmente in salute i gruppi delle materie prime minerarie, dell'energia e delle auto, questi ultimi anche grazie alle stime positive sul settore da parte di Citigroup.

Tra le banche, gran corsa degli istituti ellenici (Alpha +9,81%, Eurobank +8,97%), mentre tra i gruppi principali spicca il rialzo del 4,86% di Commerzbank e del 3,64% di Société Générale. In calo Dexia, che ha perso lo 0,94%. A Stoccolma forti acquisti su Nokia (+4,06%) dopo la presentazione dei nuovi telefoni portatili.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.