Navigation

Borsa svizzera: apre in rialzo ma vira subito in negativo

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 novembre 2010 - 09:42
(Keystone-ATS)

ZURIGO - La borsa svizzera ha aperto in rialzo ma ha poi virato subito in negativo: alle 09.20 l'indice dei valori guida SMI segnava 6382,64 punti (-0,23% rispetto a venerdì), mentre il listino globale SPI era in flessione dello 0,15% a 5710,66 punti.
Il mercato è influenzato dalla chiusura di Wall Street, che ha nettamente recuperato rispetto ai minimi di giornata archiviando la seduta con perdite contenute (Dow Jones -0,36% a 11'052,49 punti, Nasdaq -0,37 a 2525,22 punti). Le borse asiatiche hanno terminato al ribasso: a Tokyo l'indice Nikkei ha lasciato sul terreno l'1,87% a 9937,04, scendendo quindi sotto la soglia psicologia dei 10'000 punti.
Come Zurigo anche le altre piazze europee hanno stamane avviato le contrattazioni in rialzo: nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax +0,52% a 6732,59 punti), Parigi (Cac 40 +0,32% a 3643,63 punti), Londra (Ftse-100 +0,77% a 5591,22 punti) e Milano (Ftse Mib +0,22% a 19'356 punti).
In Svizzera al centro dell'interessa figura ABB (invariata), che annunciato l'acquisizione dell'americana Baldor, un'operazione da 4,2 miliardi di dollari. Il calo maggiore viene subito da Nestlé (-1,26%) dopo un cambiamento di raccomandazione da parte di Credit Suisse.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?