Navigation

Borsa svizzera: azzera guadagni e vira in negativo

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 luglio 2011 - 12:17
(Keystone-ATS)

La borsa svizzera, dopo una partenza in deciso rialzo, ha perso vigore, scivolando nel corso della mattinata in territorio negativo: verso le ore 11.50 l'indice SMI dei titoli guida segna 5'941,83 punti, in calo dello 0,41%, mentre l'indice complessivo SPI si attesta a quota 5'445,97, in flessione dello 0,37%.

I mercati sono nervosi, in attesa delle decisioni che verranno prese dal vertice dell'UE sul secondo piano di salvataggio della Grecia. Stamane, poco prima dell'inizio dei lavori, il premier lussemburghese, e presidente dell'eurogruppo, Jean Claude Juncker è stato perentorio: "una soluzione, ha detto, deve essere trovata oggi". Juncker ha però anche avvertito che un default della Grecia "non è escluso".

Oggi l'attenzione è puntata anche su tre blue chip, che hanno presentato i loro risultati trimestrali o semestrali. Roche, che ha sofferto del super franco, ha annunciato di aver realizzato nella prima metà del 2011 un utile di 5,3 miliardi di franchi, in contrazione dello 5% su base annua. Il titolo cede 0,14% a 139,50 franchi.

ABB ha annunciato per il secondo trimestre un utile netto di 893 milioni di dollari (734 milioni di franchi), in crescita del 43% rispetto ad un anno prima, su un volume d'affari di 9,68 miliardi di dollari, in incremento del 17%. Il titolo perde il 2,65% a 20,20 franchi.

Actelion, che ha chiuso il primo semestre 2011 con una perdita di 262 milioni di franchi, in seguito ad accantonamenti effettuati in relazione a un contenzioso giuridico negli Stati Uniti, segna dal canto suo un incremento del +2,26% (a 41,15 franchi),

Tra i bancari UBS cede l'1,30% (a 13,69), ma Credit Suisse avanza dello 0,45% (a 29,21 franchi). Nestlé rimane invariata, mentre Novartis lascia sul terreno lo 0,88% (a 50,85 franchi). Swatch Group, dopo i dati odierni sulle esportazioni orologiere (+10,1% in giugno) scende dello 0,31% (a 414,10 franchi).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.