Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - La Borsa svizzera, partita già stamane in territorio positivo, nel primo pomeriggio ha rafforzato il rialzo. Verso le 15.20 l'indice principale SMI segnava un incremento dell'1,43% a 6670,64 punti. L'indice complessivo SPI era a quota 5912,72 (+1,44%).
Poco prima era stato comunicato che le richieste di sussidio di disoccupazione negli Usa sono calate di 11.000 unità a 448.000 la scorsa settimana. Le previsioni erano per un ribasso a 445.000 dalle 459.000 unità (dato rivisto al rialzo) della settimana precedente. Ma ciò non ha frenato i listini elvetici, in ascesa sulla scia di dati aziendali superiori alle attese e di schiarite sul fronte della crisi finanziaria della Grecia.
Fra i valori guida svizzeri sono in calo solo Actelion (-0,89%), Synthes (-0,16%) e Swisscom (-4,40%). L'operatore telefonico perde 16,80 franchi, ma il titolo è negoziato senza la cedola del dividendo di 20 franchi.
Synthes è in discesa malgrado risultati nel primo trimestre complessivamente superiori alle attese. Per il futuro i vertici hanno però invitato alla prudenza.

SDA-ATS