Navigation

Borsa svizzera: mattinata negativa

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 novembre 2010 - 11:37
(Keystone-ATS)

ZURIGO - Mattinata negativa per la Borsa svizzera in una seduta piuttosto calma, vista l'assenza di indicatori macroeconomici maggiori. Attorno alle 11.20, l'indice dei titoli guida SMI registra una perdita dello 0.98% a quota 6438.21. L'indice allargato SPI è in calo dello 0.90% a punti 5754.01.
Dopo la chiusura di ieri, la seduta odierna di Wall Street sarà accorciata per il tradizionale Black Friday. Gran parte dei mercati asiatici hanno da parte loro chiuso in leggera flessione, spinti al ribasso anche dai timori per la situazione coreana.
Sui mercati resta l'inquietudine per l'evoluzione della situazione in Irlanda e per quella di altri paesi della zona euro come Portogallo e Spagna. Se per il primo si parla con sempre maggiore insistenza di possibili aiuti, stamane il premier spagnolo Zapatero, in un'intervista radiofonica, ha detto di escludere la necessità di un salvataggio del suo paese.
Sotto pressione sul mercato svizzero, come altrove in Europa, in particolare i titoli bancari e gli assicurativi. CS Group perde il 2,81%, UBS il 2,17%, Julius Baer l'1,73% e Swiss RE il 2,01%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?