Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo un avvio in positivo e una mattinata trascorsa appena al di sotto della linea di demarcazione, la Borsa svizzera registra anche nel pomeriggio una seduta altalenante. Verso le 15:15 l'indice dei valori guida SMI era in flessione dello 0,12% a 6596,10 punti, mentre quello allargato SPI era in calo dello 0,04% a 5897,47 punti.

Tra le blue chip i guadagni maggiori sono messi a segno da Syngenta (+4,62%), che approfitta del miglior giudizio da parte della Banca cantonale zurighese e dei buoni affari annunciati da Dupont. Il gruppo chimico americano ha realizzato nel 2010 utile netto in crescita del 70% a 3,031 miliardi di dollari (2,90 miliardi di franchi).

Bene anche Swatch Group (+1,29%) che la settimana scorsa aveva annunciato vendite record. In territorio positivo anche i pesi massimi difensivi Novartis (+0,37%) e Roche (+0,28%), mentre Nestlé perde l'1,04%.

Male i bancari, con UBS, CS Group e Julius Baer in calo rispettivamente dell'1,17%, dello 1,28% e dell'1,07%. I tre grandi istituti accusano cali percentuali a causa dei dubbi di tenuta e delle ipotesi di ricapitalizzazione per le banche iberiche.

Tra i titoli ciclici, Adecco perde lo 0,74%, Holcim lo 0,95%, mentre ABB guadagna lo 0,77%. Il gruppo industriale zurighese ha annunciato oggi di essersi aggiudicato un contratto da oltre 93 milioni di dollari (89 milioni di franchi) in Arabia Saudita.

Sul listino allargato, Arbonia Forster sale dell'1,46%. Stamane Edgar Oehler ha annunciato che lascerà la direzione dell'impresa sangallese specializzata in impianti di riscaldamento e sanitari, cucine, porte e finestre a fine aprile. Ancora non è noto chi sarà il suo successore quale CEO.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS