Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura in ribasso stamane per la Borsa svizzera. Verso le 9.15 l'indice dei titoli guida SMI segnava una flessione dello 0,12% a quota 8815,13. Il listino allargato SPI era in arretramento dello 0,08% a 8691,73 punti.

In attesa dell'esito del referendum in Scozia, le rassicurazioni della Federal Reserve, che ha confermato ieri una politica monetaria altamente accomodante e tassi bassi per un "periodo prolungato", hanno dato una boccata d'ossigeno ai mercati.

Tutte in positivo le principali piazze europee: a Milano il Ftse Mib saliva dello 0,08% a 21'125 punti, a Parigi il Cac 40 progrediva dello 0,20% a 4440,33 punti, a Londra il FTSE 100 guadagnava lo 0,01% a 6781,84 punti, mentre a Francoforte il Dax cresceva dello 0,43% a quota 9703,10.

A Tokyo l'indice Nikkei ha terminato gli scambi facendo segnare un rialzo di 178,90 punti, superando quota 16'000 per la prima volta da inizio gennaio, a quota 16'067,57. Chiusura in territorio positivo anche per Wall Street. Il Dow Jones è salito dello 0,15% a 17'157,01 punti, il Nasdaq è avanzato dello 0,21% a 4'562,19 punti mentre lo S&P 500 ha messo a segno un progresso dello 0,1% a 2001,6 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS