Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Borsa svizzera sempre in positivo, vola UBS

ZURIGO - È proseguito per tutta la mattina l'andamento positivo della Borsa svizzera sulla scia delle chiusure al rialzo di New York e Tokyio. Verso le 11.30, l'indice delle blue chip SMI guadagnava lo 0,43% a 6880,26 punti. Sul mercato allargato, l'SPI saliva dello 0,41% a 6008,95 punti.
In luce il titolo UBS, che sale del 4,10%, dopo che secondo indiscrezioni riportate dalla Bloomberg, nel primo trimestre la banca avrebbe ottenuto ricavi per 2,3 miliardi di dollari dalla divisione 'fixed-income' (reddito fisso), quella che ha causato le perdite maggiori negli esercizi scorsi.
Il Credit Suisse ha approfittato di questa situazione (+0,92%), come anche Julius Baer (+0,53%). Contribuisce a migliorare il clima generale il piazzamento riuscito del prestito a sette anni emesso ieri dalla Grecia.
Sotto osservazione oggi Swiss Life, che ha realizzato nel 2009 un utile netto di 277 milioni di franchi, contro 345 milioni l'anno prima. Questo risultato è inferiore alle previsioni degli analisti interrogati dall'agenzia Reuters, che avevano pronosticato in media 282 milioni di franchi. Il titolo cresce dello 0,51%. Tra gli altri assicurativi, ZFS è appena sotto la linea (-0,07%) mentre Swiss Re avanza dello 0,78%.
Tra i pesi massimi, Nestlé perde lo 0,28%, Novartis avanza di appena lo 0,09% e Roche dello 0,35%. Il medicamento antitumorale di Roche Xeloda ha ottenuto l'autorizzazione europea per essere utilizzato, assieme all'Oxaliplation, nella cura delle affezioni cancerogene all'intestino.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.