Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È proseguito in positivo per tutta la mattinata l'andamento della Borsa svizzera, nell'attesa che nel pomeriggio vengano diffusi dati macro sull'economia statunitense. Sostengono gli scambi i pesi massimi farmaceutici e del lusso. Verso le 11.30, l'indice delle blue chip SMI saliva dello 0,27% a 6240,80 punti. Sul mercato allargato, l'SPI avanzava dello 0,23% a 5673,11 punti.

In forte crescita risultano Swatch (+2,77%) e Richemont (+2,49%), dopo la pubblicazione dei dati sulle esportazioni di orologi per febbraio. Un settore che continua a godere di ottime salute, dal momento che l'export per il mese in rassegna è cresciuto del 17,8% a 1,40 miliardi di franchi su un anno.

Tra i pesi massimi, Roche avanza dello 0,71% e Novartis dell'1,28%. Quest'ultima società si è rafforzata ulteriormente in Cina sul mercato dei vaccini rilevando, per un prezzo non divulgato, il laboratorio Zhejiang Tianyuan Bio-Pharmaceuticals. Stando a una nota odierna della società basilese, Novartis detiene l'85% dell'azienda cinese, descritta come uno dei più importanti produttori di vaccini del paese. Frena il mercato Nestlé, in flessione dell'1,73%.

Tra i bancari, UBS avanza dello 0,66%, Credit Suisse dell'1,24% e Julius Baer dello 0,38%. Tra gli assicurativi, ZFS cresce dell'1,06%, mentre Swiss Re è in leggero calo (-0,10%).

Sul mercato allargato, Balôise è in flessione dello 0,3%. Il gruppo assicurativo ha realizzato nel 2010 un utile di 436,7 milioni di franchi, il 3,7% in più dell'anno precedente. Il risultato supera di poco le attese degli analisti, delusi però per il dividendo, che rimane invariato a 4,50 franchi per azione.

Il titolo del gruppo industriale Rieter è invece in progressione del 2,1%. Dopo due anni in rosso, la società ha annunciato il ritorno in zona utili per il 2010: +41,6 milioni di franchi, contro una perdita di 217,5 milioni fatta segnare nel 2009. Bene accolta è stata anche la notizia di una scissione delle sue attività: la divisione macchine tessili continuerà l'attività sotto il nome di "Rieter". Il comparto automobilistico sarà invece scorporato e prenderà il nome di "Autoneum" e sarà quotato alla Borsa svizzera da maggio. Questa misura non dovrebbe comportare tagli alla forza lavoro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS