Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Partita cauta, la Borsa svizzera è salita decisamente in territorio positivo nel corso della mattinata, sospinta dal netto miglioramento dell'indice di fiducia delle imprese tedesche, da diversi trimestrali positivi, e dalla notizia diffusa da media ellenici secondo cui la Grecia sarebbe pronta a chiedere ai governi europei un prestito ponte obbligazionario da circa 8,5 miliardi di euro.
Verso le 11.25, l'indice dei titoli guida SMI guadagnava lo 0,60% a 6760,3 punti. Sul mercato allargato, l'indice SPI avanzava dello 0,62% a 6001,59 punti.
Dopo l'ottima prestazione di ieri, Nestlé risulta oggi poco sotto la linea (-0,06%). Tra gli altri pesi massimi, Novartis è invariata a 56 franchi, mentre Roche avanza dello 0,64%.
In recupero i bancari, col Credit Suisse in progressione dello 0,19%, UBS dell'1,18% e Julius Baer dello 0,77%.
Tra gli assicurativi, ZFS cresce dello 0,72%, Swiss Life dell'1,25% e Swiss Re dello 0,20%.
In netta ripresa ABB, che avanza del 2,42%, dopo l'autentico salasso di ieri (-8%) in seguito alla pubblicazione di trimestrali deludenti. Holcim avanza anch'essa del 2,25%, come anche Lonza (+2,14%). Bene anche Swatch (+2,43%).

SDA-ATS