Navigation

Brasile: maltempo; cede diga, 4 mila evacuati

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 gennaio 2012 - 08:02
(Keystone-ATS)

Una diga costruita nella città di Campos de Goytacazes, a nord di Rio de Janeiro, ha improvvisamente ceduto per effetto del maltempo che imperversa nella zona da alcuni giorni, facendo straripare il fiume Muria è inondando l'area. Circa 4 mila persone, sorprese dall'acqua che ha invaso strade e case, sono state evacuate dalla zona, totalmente allagata, che è stata nel frattempo isolata dalla Protezione civile.

La previsione è che la regione colpita dall'inondazione si trasformi in un acquitrino per tre o quattro mesi: i tecnici hanno infatti spiegato che l'eccesso di acqua potrà cominciare a ritirarsi solo a partire di fine febbraio, una volta conclusa la stagione delle piogge. Durante questo periodo. Gli abitanti evacuati dalle loro case dovranno essere ospitati in rifugi di emergenza.

Il cedimento della diga ha provocato un cratere di 20 metri nell'autostrada BR-356, nelle cui vicinanze si trova l'impianto.

A causa dell'emergenza maltempo, anche la presidente del Brasile, Dilma Rousseff, ha anticipato il suo rientro dalle ferie, inizialmente previsto per il 9 gennaio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?