Navigation

Camion di 4 m a Gottardo possibile senza rialzare tunnel, Ouestrail

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 maggio 2011 - 17:54
(Keystone-ATS)

È possibile far passare sull'attuale linea ferroviaria del San Gottardo i camion alti quattro metri senza spendere milioni per rialzare le gallerie: la soluzione si chiama Modalohr, un tipo di carrozza ferroviaria a pianale ribassato e articolato costruita da un'impresa francese. E l'associazione Ouestrail, che difende gli interessi ferroviari della Svizzera occidentale, si è già rivolta a Berna per proporla.

Il sistema Modalohr è già utilizzato da sette anni sulla linea del Moncenisio tra Francia e Italia e da quattro anni tra Lussemburgo e Perpignano, ha detto oggi all'ATS Michel Béguelin, membro del comitato di Ouestrail e consigliere agli Stati socialista vodese, confermando sue dichiarazioni riportate dal quotidiano romando "Le Temps".

Secondo il gruppo industriale alsaziano Lohr che ha brevettato il sistema, il pianale ribassato consente effettivamente di caricare sul treno rimorchi alti fino a quattro metri, che potrebbero dunque passare nelle gallerie attuali. La tecnologia consentirebbe di risparmiare i 600 milioni di franchi previsti per i lavori di rialzamento della volta dei tunnel, sostiene Béguelin. A suo avviso, questo risparmio "andrebbe a tutto vantaggio dei progetti ferroviari sull'Altipiano, perché questi lavori sicuramente ne ritarderanno l'attuazione".

Secondo "Le Temps" un consorzio che comprende anche le Ferrovie francesi (SNCF) ha inviato un'offerta all'Ufficio federale dei trasporti (UFT). La sua portavoce Olivia Ebinger conferma di aver ricevuto una "documentazione" sul sistema Modalohr, ma emette riserve al riguardo: "Non si tratta di una offerta concreta perché non c'è domanda di omologazione e i vagoni non sono ancora costruiti". "Non conosciamo esattamente le loro misure - aggiunge - e non sappiamo se sia veramente possibile che passino in galleria senza che siano necessari lavori di ristrutturazione".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?