Navigation

CCSt: più soldi per cultura

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 maggio 2011 - 15:02
(Keystone-ATS)

La cultura merita un sostegno maggiore. La commissione della scienza, dell'educazione e della cultura del Consiglio degli Stati ha aggiunto 50,6 milioni al credito proposto dal governo per incoraggiare questo settore tra il 2012 e il 2015. Tra i settori culturali favoriti: i monumenti storici e il cinema.

Il messaggio del Consiglio federale prevede un importo complessivo di 637,9 milioni di franchi, pari allo 0,4% del bilancio annuale della Confederazione. Per consentire il finanziamento di nuovi progetti, la commissione ha deciso di stretta misura di aumentare di 20 milioni di franchi - portandolo a 105 - il credito quadro attribuito alla protezione del patrimonio culturale e alla conservazione dei monumenti storici.

Inoltre, la commissione desidera aumentare di 10 milioni - a 158,1 - il limite delle spese per il cinema. Questi mezzi supplementari dovrebbero espressamente servire all'incoraggiamento della produzione cinematografica e non a finanziare il passaggio delle sale cinematografiche al sistema digitale.

L'Ufficio federale della cultura (UFC) dovrebbe anche poter dedicare 112 milioni, ossia 12 milioni in più, ai suoi aiuti finanziari. Questo gesto deve contribuire all'attuazione del progetto "Successo libro e letteratura".

Infine, la commissione ha deciso di aumentare di 2,15 milioni annui il limite dei contributi concessi a Pro Helvetia. Questi 8,6 milioni in tutto si aggiungono ai 140,4 proposti dal Consiglio federale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.