Navigation

CF: case gioco B, allentate alcune restrizioni

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 novembre 2010 - 13:11
(Keystone-ATS)

BERNA - Il Consiglio federale ha oggi accordato allentamenti alle restrizioni imposte alle case da gioco con concessione B. Dal prossimo primo gennaio ciascuna di esse potrà gestire 250 apparecchi automatici, contro 150 attualmente. Il limite dell'ammontare massimo dei jackpot è inoltre portato da 100'000 a 200'000 franchi.
La revisione parziale dell'Ordinanza sulle case da gioco (OCG) era già stata annunciata in marzo quando il governo aveva rifiutato di abbandonare la distinzione tra casinò di tipo A e B. Per migliorare la sicurezza dei giochi da tavolo nei "piccoli" casinò (tipo B), l'OCG prevede anche l'impiego di sistemi tecnici di sorveglianza, indica il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) in un comunicato.
La concessione A non pone alcun limite al numero di tavoli, di apparecchi automatici e neppure all'ammontare delle puntate. In Svizzera attualmente vi sono 19 case da gioco, di cui sette con concessione di tipo A (una a Lugano). In Ticino e nei Grigioni i "piccoli" casinò si trovano a Mendrisio, Locarno, St. Moritz e Davos.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?