Navigation

Cile: via libera giudice a indagine su morte Pablo Neruda

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 giugno 2011 - 20:44
(Keystone-ATS)

La giustizia di Santiago ha accolto oggi la richiesta avanzata dal Partito Comunista cileno di aprire un'indagine sulla morte del Nobel della letteratura Pablo Neruda, nel settembre del 1973, pochi giorni dopo il golpe militare del generale Augusto Pinochet.

A dare il via libera è stato il giudice Mario Carroza, a seguito dell'esposto presentato giorni fa dal presidente del Pc cileno, il parlamentare Guillermo Teiller.

"Neruda non era in coma e non c'era nessun elemento che potesse far pensare alla morte", aveva ricordato in quell'occasione d'altro parte l'avvocato Eduardo Contreras, che aveva preparato la richiesta alla magistratura cilena.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?