Navigation

CN: "no" a una tassa CO2 sui carburanti

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 settembre 2011 - 10:39
(Keystone-ATS)

I provvedimenti per una riduzione delle emissioni di CO2 continuano a dividere i due rami del parlamento. Contrariamente agli Stati, il Consiglio nazionale ha rinunciato stamane tacitamente a istituire una tassa sui carburanti.

Di fronte alla minaccia del referendum espressa dagli ambienti economici, lo schieramento rosso-verde ha ritirato la proposte intese a introdurre una tassa CO2 su benzina e diesel.

In precedenza, il Consiglio nazionale, con 94 voti contro 92, ha deciso che fino al 50% delle emissioni di CO2 potranno essere compensate all'estero. Con questa decisione, la Camera è tornata a far sua la proposta iniziale del Consiglio federale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?