Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - La durata massima di detenzione in vista dell'espulsione dei richiedenti l'asilo la cui domanda è stata respinta sarà ridotta da 24 a 18 mesi. Con 106 voti contro 61 e un'astensione, il Consiglio nazionale ha eliminato stamane l'ultima divergenza con gli Stati sulla revisione della legge sul diritto d'asilo.
La settimana scorsa la camera del popolo si era rifiutata di diminuire la detenzione massima a 18 mesi, richiesta legata allo sviluppo dell'"acquis" di Schengen/Dublino. A far pendere la bilancia in favore del "sì" è stato il PLR che, vista la situazione al Consiglio degli Stati, si è rassegnato ad approvare il progetto, ha detto Kurt Fluri (PLR/SO). Secondo la minoranza, invece, non è il caso di tornare su questa durata massima adottata in votazione popolare e entrata in vigore nel 2007.
L'applicazione delle nuove regole europee implicherà pure adattamenti di disposizioni cantonali, da effettuare entro due anni. In caso di rifiuto di applicare l'"acquis" di Schengen/Dublino, la Svizzera avrebbe messo in pericolo la partecipazione allo spazio di sicurezza europeo.

SDA-ATS