Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - Il Consiglio di Sicurezza dell'Onu, riunito oggi per discutere della situazione nella Repubblica democratica del Congo, ha ribadito la "forte condanna per gli stupri di massa nell'Est del Paese" e si è detto "pronto a considerare tutte le misure appropriate" per fermarli.
I Quindici hanno approvato all'unanimità una dichiarazione che chiede al governo di Kinshasa di "condannare queste atrocità ed offrire assistenza alle vittime di abusi sessuali", oltre che impegnarsi a "porre fine all'impunità, specie per i responsabili di gravi violazioni dei diritti umani".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS