Navigation

Congresso PS: rimaniamo in governo, afferma presidente Levrat

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 ottobre 2010 - 11:04
(Keystone-ATS)

LOSANNA - Lasciare ora il Consiglio federale sarebbe una mossa "assurda": lo afferma, in un'intervista a "24 heures" e a "La Tribune de Genève, il presidente Christian Levrat, alla vigilia del congresso del partito socialista svizzero che si apre domani a Losanna.
Ci stiamo battendo per rafforzare le nostre posizioni e non è il momento di arretrare. Ma già oggi ci si può interrogare sulle reazioni da adottare "qualora dovessimo perdere un seggio" nelle elezioni federali del 2011, afferma Levrat.
I partiti "borghesi", e in particolare l'UDC, premono per un governo di destra, o per una compagine che comprenda un ministro Verde, a scapito dei socialisti: una soluzione che "indebolirebbe in modo massiccio la sinistra".
Per Levrat è importante che il PS rimanga un partito a largo raggio, con un'ala profilata e protestataria e una "più centrista che si basa su progetti consensuali". Il partito, conclude il presidente, deve portare avanti una politica per l'insieme della popolazione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.