Navigation

Consegnate chiavi DFF a Eveline Widmer-Schlumpf

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 ottobre 2010 - 16:11
(Keystone-ATS)

BERNA - Un maialino dovrebbe portarle fortuna: la consigliera federale Eveline Widmer-Schlupf ha assunto ufficialmente questo pomeriggio le redini del Dipartimento federale delle finanze (DFF). Il ministro delle finanze dimissionario Hans-Rudolf Merz le ha consegnato per l'occasione un grosso salvadanaio a forma di maialino "per la buona e cattiva sorte".
Hans-Rudolf Merz, visibilmente commosso, le ha augurato "successo e soddisfazioni". Per tutto ciò, ci vuole anche fortuna, ha proseguito Merz spiegando il simbolo del suo regalo. "Io ho avuto fortuna e sfortuna. Perciò so quanto un maialino del genere possa essere prezioso". L'ex ministra delle finanze del Cantone dei Grigioni ha quindi anche ricevuto, quale secondo presente, la lista delle "trattande" della prossima seduta del Consiglio federale.
Prima di presentarle i 13 direttori d'ufficio del DFF, Merz ha dichiarato che "Eveline costituisce un'opportunità per il Dipartimento". La nuova ministra delle finanze ha ringraziato Merz per la calorosa accoglienza, lanciando uno sguardo al futuro: "non posso promettere che tutto rimarrà come prima", ha dichiarato rivolgendosi ai direttori.
Essa "s'impegna comunque a restare una ministra delle finanze prevedibile". "Da voi mi aspetto spirito d'apertura, critico e costruttivo". Nel suo dipartimento potranno esserci tranquillamente anche "dissonanze", ha aggiunto.
Per l'uscente Hans-Rudolf Merz il commiato non è stato facile: alla fine è riuscito a stento a trattenere le lacrime. Sebbene si sia preparato per mesi, il momento della partenza gli è risultato particolarmente difficile. "Per sette anni sono andato e venuto giornalmente dal magnifico Bernerhof (sede del DFF)", ha constatato Merz.
Il suo periodo di militanza in Consiglio federale si lascia anche riassumere dalle cifre: il capo del DFF, dal primo gennaio 2004 ha partecipato a 315 sedute governative, di cui 245 ordinarie, 37 di clausura e 33 straordinarie.
Ha sottoposto al Consiglio federale 945 proposte, 153 documenti di discussione e 263 note informative. Il ministro delle finanze uscente ha risposto a 1086 atti parlamentari e nell'"ora delle domande" al Nazionale a 383 questioni. L'ultimo passaggio del testimone dipartimentale è in programma martedì prossimo. Il neoeletto consigliere federale bernese Johann Schneider-Ammann riceverà da Doris Leuthard la direzione del Dipartimento federale dell'economia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.