Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Oltre 2500 militari sono stati controllati ieri nelle stazioni e sui treni: 78 sono stati richiamati all'ordine per "comportamento scorretto", consumo di alcool o tenuta non regolamentare. Altri cinque sono stati sorpresi a consumare droga. Saranno oggetto di un rapporto ai rispettivi comandanti e di misure disciplinari, indica in una nota odierna il Dipartimento federale della difesa (DDPS).
Il dipartimento aveva annunciato lo scorso 6 aprile di voler intensificare la sorveglianza, per "migliorare l'immagine dell'esercito". Reclute o soldati in corso di ripetizione erano stati informati di un prossimo controllo ma non sapevano dove né quando sarebbe avvenuto. La direzione dell'esercito ha appreso "con soddisfazione" che la maggioranza della truppa si comporta come si deve nei trasporti pubblici, prosegue la nota.
I controlli sono avvenuti ieri tra le 15 e le 21. Circa 80 agenti della Polizia militare hanno accompagnato i militari in partenza verso casa per il fine settimana, presentandosi in otto località dove si tiene una scuola reclute, in 14 stazioni e sui treni lungo una decina di percorsi ferroviari.
Altre operazioni del genere sono previste nelle prossime settimane, indica il DDPS. Obiettivo: influenzare i militari a comportarsi correttamente.

SDA-ATS