Navigation

Croazia: Amnesty, n.2 del parlamento è criminale di guerra

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 gennaio 2011 - 21:32
(Keystone-ATS)

ZAGABRIA - Amnesty International ha presentato una richiesta alle autorità croate di indagare su accuse per presunti crimini di guerra a carico del vicepresidente del parlamento, Vladimir Seks. Lo riferiscono le agenzie.
Seks, che è anche una figura importante dell'Unione democratica croata (Hdz), il partito al potere nel paese, aveva un incarico importante nell'est della Croazia all'inizio della guerra con la Serbia (1991-1995), e sarebbe responsabile di aver coperto crimini commessi dalle forze da lui comandate. Seks respinge le accuse, mentre la richiesta di indagini di Amnesty International è stata criticata dal ministero della Giustizia croato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.