Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LONDRA - Il conservatore David Cameron è il nuovo primo ministro britannico, e verrà sostenuto da una maggioranza parlamentare formata con i Liberaldemocratici, che entrano nel governo come parte di una "vera e piena" coalizione con i Tory, nelle parole del neo-premier.
La porta del numero 10 di Downing Street si è aperta dopo le dimissioni di Gordon Brown, date con un commosso addio e con un'immediata visita a Buckingham Palace dove ha consegnato le sue dimissioni a Elisabetta II, unite al consiglio costituzionale sul nome del suo successore: David Cameron. Che riporta i Tory a Downing Street dopo 13 anni, anche se in coalizione, un evento piuttosto raro per la politica britannica. I gruppi parlamentari dei due partiti devono dare l'ok all'intesa, ma il neo-premier sembra non temere sorprese.
Poco dopo l'uscita di scena di Brown, Cameron è giunto a Buckingham Palace, dove ha accettato l'incarico dalla Regina ed é diventato primo ministro dal momento in cui ha detto sì alla domanda della Sovrana : "Accetta di formare il nuovo governo?".

SDA-ATS