Navigation

Doris Leuthard inaugura il Salone dell'auto a Ginevra

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 marzo 2010 - 13:31
(Keystone-ATS)

GINEVRA - La presidente della Confederazione Doris Leuthard, inaugurando oggi l'80esimo Salone internazionale dell'automobile di Ginevra, ha lanciato un appello per una migliore utilizzazione delle infrastrutture stradali esistenti e rilanciato l'idea di pedaggi urbani.
"Mi piace guidare e lo dico senza avere la coscienza sporca", ha esordito la consigliera federale stando alla versione scritta del suo discorso. Per lei l'automobile è soprattutto sinonimo di libertà e un "fattore indissociabile della nostra società". Tutti però sono ormai coscienti della necessità di trovare il giusto equilibrio fra il legittimo bisogno di mobilità e l'impatto del traffico sull'ambiente e sulla qualità di vita.
Secondo la ministra dell'economia per raggiungere questo obiettivo ci sono più strade possibili. Ad esempio sviluppare motori che consumano meno e carburanti meno inquinanti. Ma la soluzione risiede soprattutto nella consapevolezza di dover utilizzare l'automobile e le infrastrutture in maniera intelligente.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.