Navigation

Doris Leuthard offre al suo successore vino e uno SwissID

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 novembre 2010 - 11:25
(Keystone-ATS)

BERNA - Una bottiglia di vino e una copia di un certificato SwissID: questi gli omaggi di Doris Leuthard al suo successore al Dipartimento federale dell'economia (DFE) Johann Schneider-Ammann. Il nuovo consigliere federale ha ricevuto stamani anche le chiavi del dipartimento.
I due regali simbolizzano l'attività del nuovo ministro. Il vino, prodotto dal centro Agroscope di Changins (VD), rappresenta una produzione vicina alla natura e rivolta al consumatore, all'innovazione e alla qualità svizzera. Il certificato SwissID, che permette d'identificarsi in Internet, simbolizza il ruolo svolto dall'economia elettronica.
Doris Leuthard ha colto l'occasione del passaggio delle consegne per ricordare l'ampio ventaglio di dossier del DFE (agricoltura, turismo, formazione, innovazione, promozione della piazza economica) che lascia per affrontare i compiti che l'attendono al Dipartimento federale dei trasporti (DATEC). Il DFE gestisce anche le relazioni economiche esterne, un settore prediletto dall'industriale bernese Johann Schneider-Ammann, ha ricordato la presidente della Confederazione.
Doris Leuthard si è poi rallegrata per poter consegnare un dipartimento "in ordine", senza grossi problemi. Anche il neoeletto consigliere federale liberale-radicale si è detto contento di rilevare le redini di questo dicastero, aggiungendo di aver incontrato collaboratori motivati. Il bernese ha sottolineato il proprio interesse per le politiche agricola ed europea.
Con questo passaggio del testimone al DFE, si è concluso il ciclo della consegna delle chiavi dei dipartimenti, dopo la ripartizione avvenuta il 27 settembre. Mercoledì scorso, Moritz Leuenberger ha consegnato lo "scettro" di capo del DATEC a Doris Leuthard. Alcune ore dopo, Eveline Widmer-Schlumpf ha "trasmesso" il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) a Simonetta Sommaruga. Due giorni più tardi, Eveline Widmer-Schlumpf ha ricevuto da Hans-Rudolf Merz le chiavi del Dipartimento federale delle finanze (DFF).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.