Navigation

Economia svizzera in crescita nel terzo trimestre

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 dicembre 2010 - 10:26
(Keystone-ATS)

BERNA - È proseguita anche nel terzo trimestre la crescita dell'economia svizzera, anche se a ritmi leggermente più lenti. Il prodotto interno lordo (Pil) reale ha registrato una progressione dello 0,7% tra luglio e settembre rispetto al secondo trimestre, spinto dalla domanda interna. Su base annua il tasso di espansione si è attestato al 3%, indica la Segreteria di Stato dell'economia (SECO) in una nota odierna.
Nel secondo trimestre il Pil aveva messo a segno un +0,8% e nel primo +0,9%. Gli economisti interrogati dall'ATS avevano pronosticato per il periodo in rassegna un aumento compreso tra lo 0,4 e lo 0,8%.
L'incremento è da ricondurre alla domanda interna, sottolinea la SECO: nei consumi privati si è registrato un +0,3% (+1,8% rispetto al 3. trimestre 2009). Gli investimenti hanno segnato un rialzo dello 0,6% (+3,1% su un anno). Per i macchinari e gli impianti risulta una progressione dello 0,9% (+4,4%), per le costruzioni un +0,4% (+1,8%).
A frenare sono state invece le esportazioni di beni e servizi, diminuite del 3,0% (+3,5% su un anno). Nel settore dei servizi l'export ha subito un calo evidente del 7,0% (-3,9% su base annua), mentre per le merci è stata accertata una flessione dell'1,2% (+7,2 su un anno). Nel secondo trimestre il commercio delle materie prime aveva contribuito in misura importante alla crescita, mentre nel terzo l'andamento di questo settore ha in gran parte determinato il netto calo delle esportazioni di servizi, osserva la SECO.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?