Navigation

Egitto: H. Clinton, avviare dialogo con dimostranti

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 gennaio 2011 - 15:31
(Keystone-ATS)

La segretaria di stato Hillary Clinton ha esortato oggi le autorità egiziane ad avviare un dialogo con i dimostranti che porti il paese sulla strada delle riforme economiche e politiche.

"Hosni Mubarak non ha fatto abbastanza, il processo è appena iniziato", ha detto oggi Hillary Clinton in una intervista televisiva, precisando che gli Stati Uniti desiderano una "transizione ordinata" di poteri in Egitto che eviti il caos e l'anarchia.

Gli Stati Uniti - ha aggiunto la segretaria di stato americana - desiderano vedere "libere e giuste elezioni in Egitto".

"Il messaggio dell'America è che vogliamo vedere elezioni libere e giuste - ha detto la Clinton - ci aspettiamo che questo sarà uno dei risultati di ciò che sta accadendo in questo momento nel paese".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.