Navigation

Egitto: respinta domanda partito movimento islamista

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 settembre 2011 - 18:25
(Keystone-ATS)

Il comitato per i partiti politici egiziano ha respinto la domanda avanzata dal movimento fondamentalista Gamaa Islamiya di riconoscimento del suo partito Costruzione e Sviluppo.

Secondo una fonte questo partito si propone di applicare le sanzioni islamiche come la lapidazione e questo rappresenta "un eccesso nell'uso del richiamo religioso radicale sul quale si fonda il partito".

Questo partito ha un riferimento puramente religioso ha spiegato la fonte. Della Gamaa Islamiya fanno parte i fratelli Abbud e Tarek el Zomor, rimasti in carcere per 30 anni per l'assassino dell'allora presidente Anwar Sadat.

In base alla legge in vigore in Egitto è proibita la formazione di partiti basati sulla religione o sulla discriminazione sulla base del sesso, dell'origine o del credo religioso.

Malgrado questo, alcuni partiti di ispirazione islamica come Giustizia e Libertà dei Fratelli musulmani sono già stati riconosciuti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?