Navigation

FR: condannato pirata a 290 km/h, arrestati 19 giovani

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 maggio 2011 - 15:06
(Keystone-ATS)

Uno svedese di 38 anni sorpreso il 6 agosto 2010 mentre sfrecciava a 290 km/h sull'autostrada A12 all'altezza di Düdingen (FR) è stato condannato a fine aprile a 180 aliquote giornaliere, di cui la metà con la condizionale per due anni.

L'aliquota giornaliera è stata fissata a 300 franchi, indica il procuratore Markus Julmy, comunicando la condanna oggi. L'automobilista dovrà inoltre pagare le spese di procedura. L'anno scorso aveva versato una cauzione di 20'000 franchi per poter recuperare la vettura, una limousine di grande cilindrata.

Sempre l'estate scorsa, la polizia friburghese ha fermato un giovane di 28 anni sospettato di aver partecipato a corse autostradali con altri coetanei, al volante di automobili truccate. Nel suo garage era stato rinvenuto un motore di 520 cavalli. Ad inchiesta terminata sono in tutto 19 i giovani denunciati alla giustizia per essersi dedicati a corse automobilistiche dopo aver truccato le loro automobili. Undici di queste sono state sequestrate. I conducenti, in maggioranza portoghesi di età fra 18 e 27 anni, hanno diffuso alcuni video delle loro corse su "Youtube".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.