Navigation

Francia: resta in cella star reality, accusa tentato omicidio

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 novembre 2014 - 19:05
(Keystone-ATS)

La giustizia francese ha respinto la richiesta di scarcerazione per Nabilla Benattia, la star dei reality show dell'Esagono accusata di aver pugnalato al torace il suo partner, Thomas Vergara.

"Nabilla Benattia resta in carcere per il momento", ha annunciato una fonte giudiziaria all'agenzia France Presse. La starlette 22/enne è stata fermata lo scorso 9 novembre per "tentato omicidio" in una stanza d'albergo della banlieue parigina. Da parte sua, Vergara, 28 anni, ricoverato dopo il fattaccio in ospedale ma ormai fuori pericolo, ha parlato di un litigio per "futili motivi".

Davanti al giudice, Nabilla si è posta come vittima di un uomo "violento", "sotto gli effetti della droga!. Una versione respinta da Vergara. Il rapporto tra Nabilla e Thomas, conosciuto nel 2013 sul set di un reality show, è sempre stato tumultuoso, assicura l'entourage dei due ragazzi, parlando di una coppia abituata "alla violenza".

Di origini algerine e italiane, di nazionalità franco-svizzera, Nabilla deve la sua notorietà ai diversi reality show a cui ha partecipato ed è regolarmente in copertina sulla stampa rosa. Da qualche settimana, era stata anche presa come ospite fissa di un popolare talk show. In Francia, l'hashtag #Nabilla rientra nella top 10 dei temi in discussione su Twitter. Mentre su Facebook diversi gruppi di sostegno chiedono la sua liberazione e alcuni fan si spingono fino a indire lo sciopero della fame.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.