Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo che la Royal Navy nel 2011 aveva eliminato il divieto per le donne di servire a bordo dei sottomarini, le prime tre sommergibiliste britanniche hanno concluso il loro periodo di addestramento, conquistando la tanto agognata mostrina coi delfini e la corona. È la prima volta che accade nei 110 anni del servizio sottomarino di Sua maestà. "È un momento storico per la Royal Navy e tutte le nostre forze armate", ha dichiarato il ministro della Difesa, Philip Hammond.

Le tre tenenti di vascello hanno preso parte ad alcune operazioni a bordo del sottomarino Hms Vigilant, dove hanno convissuto in spazi angusti a contatto con l'equipaggio composto di uomini. "Mi sentivo come una sorella di 165 fratelli", ha detto alla Bbc una delle nuove sommergibiliste, Alexandra Olsson. "Certo è stata una sfida - ha aggiunto - ma le donne sono assolutamente capaci di fare questo lavoro".

In Gran Bretagna le donne servono nella Royal Navy dal 1990 e costituiscono circa il 10% degli effettivi in Marina. I sottomarini erano rimasti però rimasti off limits fino al 2011. La ragione ufficiale addotta per giustificare il bando era che i livelli più elevati di anidride carbonica a bordo avrebbero potuto recar danni al feto di una donna marinaio che fosse rimasta incinta. Nuove ricerche avevano poi concluso che questi rischi erano infondati.

È previsto dal regolamento che le zone dove vivono le sommergibiliste siano distinte da quelle degli uomini. Le marinaie hanno anche loro docce separate.

SDA-ATS