Navigation

Geberit: calo del fatturato a causa del franco

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 gennaio 2011 - 08:03
(Keystone-ATS)

RAPPERSWIL-JONA - Il gruppo sangallese Geberit, attivo nel settore degli impianti sanitari, ha registrato nel 2010 un fatturato di 2,15 miliardi di franchi, in calo dell'1,6% rispetto all'esercizio precedente.
La flessione è dovuta alla robustezza del franco, informa stamane un comunicato dell'azienda: corretto dalle variazioni di cambio, il giro d'affari segna una crescita del 5%.
Nel quarto trimestre del 2010 il fatturato è risultato di 472,7 milioni di franchi, in calo del 5,7%, ma in aumento del 3,9% se calcolato in valute locali.
Geograficamente gli affari sono stati positivi, in valuta locale, nella maggior parte dei paesi europei, ma non in Benelux e nella penisola iberica. Cifre al rialzo sono state registrate anche in Medio ed Estremo Oriente, in Africa e in America. I dati dettagliati saranno resi noti il 10 marzo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.