Navigation

Germania: strage scuola 2009, condannato padre del killer

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 febbraio 2011 - 13:48
(Keystone-ATS)

Il padre del ragazzo tedesco che nel 2009 uccise 15 persone a Winnenden, vicino Stoccarda, è stato condannato oggi a 21 mesi di prigione con la condizionale per omicidio colposo, lesioni personali e omessa custodia di arma da fuoco.

Si è chiuso così a Stoccarda, il processo contro Joerg Kretschmer, il padre del ragazzo - Tim - che l'11 marzo 2009 uccise a sangue freddo 15 persone prima di togliersi la vita.

Secondo il giudice Reiner Skujat, l'uomo ha una responsabilità nella strage perchè non custodiva sotto chiave, come prevede la legge, la sua Beretta - cioè l'arma usata dal figlio - ma la teneva nella camera da letto matrimoniale dell'abitazione. Inoltre, il figlio aveva libero accesso anche alle munizioni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.