Navigation

Giappone: premier taglia salario 30% per ricostruzione sisma

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 ottobre 2011 - 11:15
(Keystone-ATS)

Il premier giapponese Yoshihiko Noda taglia del 30% il suo salario negli sforzi per finanziare la ricostruzione nelle aree colpite dal sisma/tsunami di marzo, mentre ministri e viceministri rinunciano al 20% dei compensi.

Le misure, su base volontaria e operative da novembre, fanno parte di un disegno di legge più ampio che vuole ridurre in media gli stipendi dei dipendenti pubblici del 7,8% fino a marzo 2014. Se varato, il provvedimento farà risparmiare 290 miliardi di yen annui (circa 3,33 miliardi di franchi svizzeri).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?