Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

TOKYO - Il neo ministro degli esteri giapponese, Seiji Maehara, ha avvertito che se le indicazioni sul presunto avvio delle esplorazioni dei campi di gas da parte della Cina nelle acque contese del Mar Cinese orientale saranno confermate, Tokyo sarà costretta a prendere contromisure.
La Cina ha trasportato "apparecchiature non meglio identificate" in un impianto off-shore in fase di sviluppo per i giacimenti di gas su cui i due paesi rivendicano i diritti.
Pechino ha riferito di aver provveduto a spostare materiale per "lavori di riparazione", ha spiegato Maehara in una conferenza stampa al ministero in tarda serata.
"Abbiamo accettato la loro spiegazione, ma seguiremo attentamente la situazione per vedere che tipo di lavori saranno svolti presso il sito", ha aggiunto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS