Navigation

Gioconda: scheletro femminile in tomba, studiosi sperano Lisa

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 maggio 2011 - 18:30
(Keystone-ATS)

Sarebbe di una donna adulta lo scheletro trovato stamani in una tomba aperta dentro l'ex convento di Sant'Orsola dove si cercano i resti di Lisa Gherardini del Giocondo, che per Vasari era la modella di Leonardo da Vinci del ritratto del Louvre. È quanto ha concluso nel pomeriggio l'antropologo Giorgio Gruppioni (università di Bologna) dopo un primo esame dei resti portati alla luce dagli archeologi.

"È una diagnosi solo indiziaria e preliminare - ha precisato il professor Gruppioni - ma posso dire che gli elementi finora emersi, resti del bacino e del cranio di uno scheletro intero connesso, fanno propendere per l'ipotesi di uno scheletro femminile".

Il ritrovamento va nel senso sperato dai ricercatori: trovare i resti di monna Lisa. Ma comunque servirà completare lo scavo perchè, spiega ancora Gruppioni, "il bacino, indicatore importante, appare ampio, ma è anche collassato sotto il peso del terreno. Bisogna estrarlo interamente per avere conferme che si tratti dei resti di una donna".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?