Navigation

Gnesa: rifugiati da Mondo arabo, non come temuto

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 giugno 2011 - 13:51
(Keystone-ATS)

La temuta ondata di rifugiati verso l'Europa e la Svizzera in seguito alle proteste nel mondo arabo, in particolare in Nordafrica, non c'è stata. Lo dice Eduard Gnesa, ambasciatore straordinario per la cooperazione internazionale in materia di migrazione, in un'intervista pubblicata oggi dal Walliser Bote.

"È molto difficile valutare la situazione": 900'000 persone avrebbero lasciato la Libia; il 2% di loro, circa 18'000 persone, sarebbero giunte in Europa, dice l'ex direttore dell'Ufficio federale dei rifugiati (UFR).

"Finora si può dire che l'ondata di rifugiati, così come temuta da tanti, non c'è stata", aggiunge. In Svizzera, ma pure in altri Paesi europei, il numero di richiedenti l'asilo dall'Africa settentrionale è solo leggermente cresciuto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?