Navigation

GR: comuni finanziariamente sempre più sani, Mesolcina meno bene

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 giugno 2011 - 18:01
(Keystone-ATS)

I comuni grigionesi nel loro insieme sono finanziariamente sempre più sani. Il trend positivo, iniziato dieci anni or sono, si è confermato anche nel 2009.

Gli enti locali, indica il Dipartimento grigione delle finanze e dei comuni, sono "ben equipaggiati per le sfide future". Tra le poche regioni con un andamento negativo figura la Mesolcina.

Il patrimonio disponibile per abitante è di nuovo lievemente aumentato, passando da 323 a 449 franchi, ha detto oggi il direttore del Dipartimento e presidente del Governo Martin Schmid in una conferenza stampa a Coira. A titolo di confronto, solo nel 2000 i comuni presentavano ancora in media un debito netto pro capite di 2255 franchi.

Mediamente il patrimonio netto dei comuni è cresciuto in tutte le regioni, con le eccezioni della Mesolcina, del Grigioni centrale e della località di Davos. Stando all'Ufficio retico per i comuni, un'evoluzione positiva del patrimonio degli enti locali in Svizzera fuori dai Grigioni si registra solo nei cantoni di Basilea Campagna, Ginevra, Glarona, Turgovia e Zugo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.