Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In Grecia anarchici ed estremisti alzano il tiro e, per dare maggiore visibilità alle proprie rivendicazioni si teme stiano preparandosi a colpire la Troika (Ue, Bce e Fmi), i cui rappresentanti tra qualche giorno torneranno ad Atene, prendendo a bersaglio non più gli edifici- simbolo, bensì le persone.

A rilanciare l'allarme terrorismo, in quello che sembra un vero e proprio "salto di qualità" con connotazioni ancor più pericolose che in passato, è il solitamente bene informato sito Newsit, secondo cui l'anti-terrorismo greco si aspetta da un momento all'altro che un non meglio precisato "obiettivo della finanza" finisca nel mirino di terroristi in cerca di nuovi simboli del capitalismo da colpire per sfogare la loro rabbia per il licenziamento di migliaia di dipendenti statali.

Misura, quest'ultima, decisa dal governo del premier Antonis Samaras nell'ambito di una rigida riforma della pubblica amministrazione richiesta appunto dalla Troika in rappresentanza dei creditori internazionali della Grecia.

Il timore degli esperti dell'anti-terrorismo greco, secondo Newsit, è che adesso anarchici ed estremisti "non prenderanno più di mira edifici (governativi o banche), bensì le persone". Più esplicito il quotidiano Ta Nea, secondo cui i rappresentanti della Troika che torneranno ad Atene a partire dal 22 settembre potrebbero essere bersaglio di attentati.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS