Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Il contributo finanziario della Svizzera al salvataggio della Grecia per il tramite del Fondo monetario internazionale - che ha promesso 30 miliardi di euro complessivamente - ammonta teoricamente a 690 milioni di franchi. Il denaro proverrebbe dalle riserve di divise della Banca nazionale svizzera, giacenti in un pool dell'FMI.
Questa sorta di fondo viene alimentato dagli Stati membri dell'FMI sulla base della loro partecipazione, che per la Svizzera ammonta all'1,6%. In base a questa percentuale, la quota elvetica agli aiuti di Atene ammonta teoricamente a 480 milioni di euro.
Si tratta tuttavia di cifre da prendere con le pinze, dal momento che nell'FMI vi sono pagatori netti, ma anche Paesi che ricevono sostegno finanziario. In genere, il contributo dei Paesi con finanze stabili è maggiore rispetto a quello degli Stati molto indebitati.

SDA-ATS