Navigation

I caccia costeranno meno: tra 3 e 4 miliardi, Ueli Maurer

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 ottobre 2011 - 14:39
(Keystone-ATS)

Secondo il ministro della difesa Ueli Maurer, l'acquisto dei nuovi aerei da combattimento dovrebbe comportare una spesa più ridotta: tra 3 e 4 miliardi di franchi. Lo ha dichiarato in un'intervista pubblicata oggi dalla "Neue Zürcher Zeitung".

Maurer parte dal presupposto, visto il basso corso dell'euro, che l'offerta più cara oscillerà sui 4 miliardi e quella meno costosa sui 3. Già in occasione del dibattito parlamentare il ministro della difesa aveva spiegato che l'acquisto del nuovo velivolo da combattimento sarebbe stato più vantaggioso a causa dell'euro debole.

Al momento di pianificare l'acquisto dei nuovi caccia, il Dipartimento federale della difesa (DDPS) prevedeva una spesa di 2,2 miliardi di franchi. Nella primavera del 2010, Ueli Maurer aveva poi annunciato che i 22 aviogetti sarebbero costati di più. Allora, i costi erano stati valutati tra 3,5 e 5 miliardi di franchi.

La decisione del tipo di velivolo da comperare dovrebbe essere presa ancora quest'anno. Nella sessione d'autunno, il parlamento ha optato per un acquisto dei velivoli in tempi brevi e per un esercito di 100'000 soldati. Ha incaricato il Consiglio federale di aumentare il budget annuo per l'esercito a 5 miliardi.

Secondo Maurer, l'aumento degli effettivi comporta una spesa di 200 milioni. In tale modo - afferma ancora il ministro nell'intervista alla NZZ - restano 400 milioni per l'acquisto dei nuovi aerei da combattimento.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?