Navigation

I giovani si indebitano soprattutto per il telefonino

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 settembre 2011 - 13:35
(Keystone-ATS)

I giovani svizzeri tra i 18 e i 25 anni che si trovano indebitati lo fanno soprattutto a causa del telefonino e a internet (in media 468 franchi), ma anche per fatture sanitarie (354 franchi) o acquisti online (106). Lo rileva uno studio di "Intrum Justitia", il gruppo leader in Europa nel settore dei servizi di Credit Management, presente anche in Svizzera da oltre 40 anni.

Lo studio, intitolato "Radar 2011" e che ha preso in esame 200 mila casi su un periodo di cinque anni, è stato presentato oggi a Schwerzenbach (ZH). Esso si concentra su tre settori: salute, telecomunicazioni e commercio online.

Per quanto concerna la comunicazione elettronica l'indebitamento è dovuto a spese d'abbonamento e tasse per il cellulare o il telefono fisso, oltre a internet. Se per la fascia di età 18-25enni il debito medio è di 468 franchi, per le persone dai 26 ai 32 anni è di 412 franchi, e di 366 per gli ultra 33nnni.

Le fatture sanitarie non pagate vanno progressivamente da 254 a 313 franchi in media; quelle per gli acquisti online aumentano a seconda dell'età: 106, 118 e 119 franchi.

Nel dettaglio dello studio emerge anche che i maschi si indebitano maggiormente nel commercio online, le femmine nelle visite mediche. Il 47% di coloro che erano indebitati per la prima volta nel 2006, lo sono ancora nel 2011. Ma prima o dopo devono rimborsare e i più rapidi a farlo sono quelli della fascia 18-25 anni. Per riuscirci hanno però bisogno dai 9 ai 18 mesi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?