Navigation

India: attentato a Varanasi, bimba morta, 20 feriti

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 dicembre 2010 - 20:45
(Keystone-ATS)

NEW DELHI - Una bambina di due anni è morta e una ventina di persone sono state ferite stasera in un attentato terroristico a Varanasi, la città sacra agli induisti che sorge sulle rive del Gange, nel nord dell'India. Tra i ricoverati all'ospedale ci sono anche un italiano e un giapponese.
La deflagrazione è avvenuta su un popolare 'ghat' dove ogni sera, dopo il tramonto, si tiene una cerimonia propiziatoria con canti e danze a cui partecipano migliaia di turisti, tra cui molti stranieri.
L'attacco, compiuto con una bomba artigianale, è stato rivendicato da un gruppo islamico estremista che in passato ha compiuto diverse azioni contro località e ritrovi turistici, tra cui il ristorante German Bakery di Pune lo scorso gennaio.
Dalle prime informazioni, pare che l'ordigno fosse nascosto in un contenitore di ferro ed sia esploso nell'ora di massimo affollamento, quando almeno 5 mila persone si erano radunate per assistere all''aarti', la preghiera serale al fiume Gange nel ghat di Dashaswamedh, davanti al tempio dedicato a Sitala, la dea del vaiolo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?