Navigation

India: scontri indù e musulmani per cimitero, 9 morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 settembre 2011 - 08:40
(Keystone-ATS)

Almeno 9 persone sono morte in violenti scontri tra indù e musulmani nello Stato del Rajastan, nell'India nordoccidentale, a causa di una disputa su un cimitero. Lo riferisce stamattina il Time of India.

Gli incidenti sono avvenuti nei pressi di Bharatpur, una località turistica nota per una riserva ornitologica, a circa 180 chilometri a sud di New Delhi.

La comunità musulmana dei Meo e quella indù di bassa casta dei Gujjar rivendicano entrambe la proprietà di un terreno usato per le sepolture islamiche. Sulla contesa si deve pronunciare un tribunale.

I disordini sono sfociati in atti di vandalismo contro alcuni negozi, che sono stati incendiati, e in duri scontri con le forze dell'ordine. Da ieri sera la polizia ha proclamato il coprifuoco nell'area e rafforzato la sicurezza nelle principale città rajastana di Jaipur.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?