Navigation

Iran: missili lunga gittata testati in Oceano Indiano

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 luglio 2011 - 11:47
(Keystone-ATS)

I Guardiani della rivoluzione iraniani (Pasdaran) hanno lanciato due missili a lunga gittata contro bersagli nell'Oceano Indiano, durante un'esercitazione compiuta nel febbraio scorso. Lo ha detto oggi all'agenzia Fars il comandante dei Pasdaran per il settore aerospaziale, Amir Ali Hajizadeh.

È la prima volta che missili iraniani vengono lanciati al di fuori dei confini del Paese durante una manovra militare. I due missili, ha precisato Hajizadeh, avevano una gittata di 1.900 chilometri e sono stati lanciati dalle vicinanze della città iraniana di Semnan, circa 150 chilometri ad est di Teheran.

"Avevamo preavvisato dell'operazione i Paesi della regione e all'esercitazione hanno assistito anche aerei spia americani", ha affermato ancora l'alto ufficiale dei Guardiani della rivoluzione.

L'Iran, che compie regolari esercitazioni missilistiche, ha annunciato più volte in passato di essere in possesso di vettori con una gittata di circa 2.000 chilometri, e quindi in grado di raggiungere Israele. Una circostanza che aumenta ancor più i timori dello Stato ebraico e dei Paesi occidentali per possibili finalità militari del programma nucleare della Repubblica islamica.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.