Navigation

Iran: processo a due americani il 6 febbraio

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 novembre 2010 - 09:07
(Keystone-ATS)

TEHERAN - È stato fissato per il 6 febbraio del 2011 il processo a due cittadini americani in carcere da quasi 16 mesi in Iran con l'accusa di ingresso illegale nel Paese e spionaggio. Lo ha detto oggi all'Agenzia di stampa italiana ANSA il loro avvocato, Massud Shafii.
I due, Shane Bauer e Joshua Fattal, entrambi di 28 anni, furono arrestati il 31 luglio del 2009 con la loro amica Sarah Shourd, di 32, durante un'escursione in montagna nel Kurdistan iracheno che, secondo le autorità di Teheran, li ha portati ad attraversare il confine con l'Iran.
I tre hanno sempre negato di essere entrati volontariamente in territorio iraniano e di essere stati in una missione di spionaggio.
Sarah Shourd è stata rilasciata per ragioni di salute lo scorso settembre dietro una cauzione di 500mila dollari e ha fatto ritorno negli Stati Uniti.
Inizialmente il processo era stato fissato per il 6 novembre, ma poi è stato rinviato e ora, ha precisato Shafii, è previsto per il 6 febbraio davanti alla Sezione 15 della Corte rivoluzionaria di Teheran.
"Ho protestato per questo ritardo, che obbliga i miei clienti ad altri tre mesi di reclusione senza un processo", ha detto il legale.
L'avvocato Shafii ha anche lamentato di aver potuto incontrare i suoi clienti americani "solo all'inizio del procedimento giudiziario". "Nonostante le mie richieste - ha aggiunto - in seguito non mi è più stato permesso di vederli per mettere a punto una linea difensiva".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?