Navigation

Iran: TV stato smentisce arresto sette militari Usa

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 settembre 2010 - 16:02
(Keystone-ATS)

TEHERAN - La televisione di Stato iraniana ha smentito l'arresto di sette militari statunitensi vicino al confine con Pakistan e Afghanistan. La notizia era stata pubblicata dall'agenzia semi-ufficiale Fars, ritenuta vicina ai Pasdaran, i guardiani della rivoluzione.
Oltre alla Fars, anche un altro sito internet vicino ai Pasdaran, javanonline.ir, aveva riferito in precedenza che sette soldati Usa sono stati arrestati "di recente" mentre tentavano di entrare in territorio iraniano a Kukak, vicino a Saravand, nella provincia del Sistan-Balucistan al confine con il Pakistan. Secondo il sito, però, due iraniani che accompagnavano i soldati "sono riusciti a fuggire", mentre secondo la Fars sono stati anch'essi arrestati.
La smentita è stata affidata a due emittenti di stato, Press TV, in lingua inglese, e Al Alam, in lingua araba, la quale ha citato fonti dei Pasdaran.
Nelle notizie precedenti non si precisava nè la data dell'arresto nè se i militari Usa erano ancora detenuti.
Nel frattempo anche una fonte del Pentagono oggi a Washington ha indicato alla France Presse che nessun militare Usa è stato arrestato in Iran.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.