Navigation

Iraq: attentato a chiesa cattolica Kirkuk, almeno 20 feriti

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 agosto 2011 - 11:52
(Keystone-ATS)

Almeno 20 persone, tra le quali alcuni bambini, sono rimaste ferite oggi nell'esplosione di un'autobomba parcheggiata vicino ad una chiesa cattolica siriaca a Kirkuk, nel nord dell'Iraq. Lo riferisce l'agenzia irachena Nina.

L'esplosione ha danneggiato la chiesa e alcuni altri edifici vicini. Il veicolo era stato parcheggiato tra la chiesa e gli uffici del catasto locale. La maggior parte dei feriti, secondo fonti di polizia dell'ospedale Aljomhuri, sono impiegati del catasto.

Kirkuk conta una popolazione di circa 600mila persone, di cui diecimila cristiani. Prima della caduta del regime di Saddam Hussein i cristiani erano 50mila.

In Iraq i cristiani sono stati oggetto di diversi attentati nel 2010, di cui il più grave, il 31 ottobre di quell'anno, è stato il massacro compiuto da un commando di Al Qaida nella cattedrale siriaca cattolica di Baghdad, con un bilancio di 46 morti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?