Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BAGHDAD - Il premier Nuri al Maliki domina nelle regioni sciite, il rivale Iyad Allawi in quelle sunnite: è il quadro che emerge dai primi risultati delle elezioni legislative tenutesi ieri in Iraq, secondo dati ottenuti dall'Afp presso responsabili locali. I risultati di Baghdad, con i suoi 68 seggi, saranno decisivi per assegnare la vittoria.
La lista di Maliki è in testa nelle nove province del sud sciite, mentre il Blocco iracheno di Allawi vince nelle quattro aree a maggioranza sunnita ((Anbar, Salahedinne, Ninive, Diyala), e si piazza al secondo posto in tre governatorati sciiti. Negli altri sei, al secondo posto si è invece piazzata la coalizione sciita guidata dal laico Ibrahim al Jaafari.
A Kirkuk, in testa è invece l'Alleanza curda. Ci sono 119 seggi da assegnare nelle nove province sciite contro i 70 nelle regioni a maggioranza sunnita.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS