Navigation

Israele: via libera a 1600 nuovi alloggi a Gerusalemme Est

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 agosto 2011 - 10:45
(Keystone-ATS)

Il ministero dell'interno israeliano ha dato il via libera definitivo alla costruzione di 1600 nuovi alloggi nel controverso rione di insediamento ebraico di Ramat Shlomo, a Gerusalemme Est, formalizzando così un processo che era cominciato più di un anno fa.

Lo ha annunciato oggi un portavoce del ministero, secondo il quale è prevista nei prossimi giorni anche l'approvazione a progetti per altri 2600 nuovi alloggi in altri due rioni di insediamento ebraico a Gerusalemme Est: 2000 a Ghivat Hamatos e 600 a Pisgat Zeev.

Nel marzo del 2010 l'annuncio sul controverso progetto edilizio a Ramat Shlomo causò forte tensione nelle relazioni tra Israele e gli Stati Uniti che, assieme al resto della comunità internazionale, si oppongono alla politica israeliana di insediamenti nei territori occupati da Israele nel 1967 e rivendicati dai palestinesi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?